SPRITZ ADDIO, LARGO ALLE NOVITA’!

addio-spritz-novità

Sarà anche uno status simbol ormai, sarà che le mode una volta avviate son dure a morire, certo è che l’ora dell’aperitivo è diventata onnipresente in tutte le città ed anche nei centri più piccoli.

Il più gettonato, a pari merito con birretta e calice di prosecco, è senza dubbio lui, famoso e inflazionato, lo SPRITZ!! Che sia servito in un bel calice tondo, in una coppa cilindrica o in un tumbler da discoteca, è l’aperitivo più conosciuto e richiesto degli ultimi tempi. Col suo colore vivace, con le bollicine del prosecco che danzano insieme a quelle del seltz. Servito anche al Circolino magari con una mano in più di gradazione alcolica. E’ entrato a far parte delle abitudini beverine italiane.

Ora, se preparato correttamente da mano esperta lo Spritz è un aperitivo delizioso ed invitante. Ho comunque deciso di sondare nuove possibilità in merito di miscele più o meno alcoliche. Possono essere un’alternativa decente per l’ora dell’aperitivo.

Ecco quindi che, come al solito piena di solerzia ed entusiasmo, ho fatto alcune prove. Qui vi do i risultati nell’immediato. Preciso che i bicchieri da utilizzare e le dosi sono indicative e che ognuno può modificarle secondo proprio gusto.

 

RED VODKA CAMPARI:

1/3 di Bitter Campari, 1/3 di vodka, 1/3 di prosecco, una fetta di pompelmo rosa e ghiaccio a piacere. Da servire in un tumbler trasparente alto.

MIX FRUTTA SHAKERATO:

1/4 di rum bianco, 1/4 di punch al mandarino, 1/4 succo di arancia, 1/4 di Bols alla banana. Shakerare con ghiaccio per qualche minuto e versare in una coppa tonda. Guarnire con una fetta di arancio e una di mandarino.

VODKA FRUIT:

1/4 di vodka, 1/4 di Bitter Campari, 1/4 di succo di frutta alla pesca, 1/4 di spremuta di limone. Miscelare con ghiaccio girando benissimo per qualche minuto e servire in una coppa da champagne con frutta fresca (una fragola, uno spicchio di ananas, una fettina di mela e una mora).

Non è bello chiedere al barman di prepararci qualcosa di speciale e personalizzato? Che  sia diverso dal solito aperitivo inflazionato? Che ci faccia apparire pieni di stile e charme, al di là dei clichè di massa?

Io credo di sì e se lui è un bravo professionista, ne sarà lusingato!!

(Ti è piaciuto l’articolo? Ti sarò grata se vorrai condividerlo e iscriverti alla newsletter!)