RICICLARE E DIPINGERE UNA CASSAPANCA DI LEGNO

riciclare e dipingere una cassapanca

Da un po’ di tempo avevo in mente di riciclare e dipingere una cassapanca di legno da sistemare sul pianerottolo di casa per riporre alcuni prodotti che uso nella bella stagione per la manutenzione delle piante.

Nel weekend quindi sono andata a curiosare in cantina nella vecchia casa dei nonni ed ho trovato una vecchia cassapanca in legno grezzo a listelli che mi ha ispirata per un intervento di pulizia e decoro abbastanza semplice e veloce.

Trattandosi di legno vecchio ma senza finiture particolari, la pulizia della superficie è stata abbastanza semplice. Ho infatti usato un panno umido per togliere la polvere e carta abrasiva finissima per levigare alcuni punti.

Ma se invece dovessimo riciclare una cassapanca di legno trattato, con strati di vernice logora che è necessario togliere prima di procedere a dipingerla?

 

riciclare e dipingere una cassapanca

Ecco come fare:

  • eliminare gli strati di vernice: è un’operazione essenziale per scoprire il legno originale e portarlo a vivo per decorarlo. Possiamo usare uno sverniciatore gel per legno, che è pratico perchè non cola: in un luogo aerato lo applichiamo a pennello sulla superficie e lasciamo agire almeno mezz’ora, poi eliminiamo lo strato di vernice che si è staccato e laviamo il legno con una spugna umida leggermente abrasiva. Lasciamo asciugare almeno 24 ore prima di continuare il lavoro.
  • lisciare la superficie grezza del legno: è un’operazione un po’ noiosa ma non particolarmente complessa, di certo indispensabile per la buona riuscita del decoro finale perchè permetterà al colore di stendersi in modo uniforme senza difetti visibili. Usiamo carta vetrata fine come primo passaggio e poi carta abrasiva finissima per levigare bene il legno rendendolo più liscio possibile, quindi laviamo la superficie con una spugna umida per togliere l’eccesso di polvere e lasciamo asciugare bene.
  • chiudere i buchi nel legno potrebbe rendersi necessario qualora ci fossero antiestetici difetti di questo genere in punti particolarmente visibili. Possiamo usare un po’ di stucco per legno in pasta e carteggiarlo dopo la completa asciugatura. Se i buchi sono causati da tarli non più attivi, è meglio comunque dare una veloce mano di spray antitarlo in luogo ben aerato.

 

riciclare e dipingere una cassapanca

  • stendere l’impregnante e la finitura sulla superficie prima di passare al decoro vero e proprio: se il legno è molto chiaro e vogliamo scurirlo un pochino per dargli effetto vissuto o antichizzato, possiamo stendere una mano di impregnante liquido idrosolubile del colore desiderato e poi, una volta ben asciugato, una mano di finitura protettiva all’acqua. In commercio si trovano finiture lucide o opache, la scelta dipende dai gusti ma io preferisco quella opaca perchè dà un tono più naturale al lavoro finito.
  • decorare con lo stencil è uno degli ultimi passaggi ma uno dei più importanti perchè da questo dipende l’estetica finale di tutto il nostro lavoro. La mascherina per stencil può essere facilmente disegnata su un foglio di acetato trasparente col pennarello indelebile e ritagliata con un cutter. Oppure possiamo optare per mascherine da stencil già pronte in vendita nei negozi di hobbistica. Il passo successivo è quello di fissare con scotch di carta lo stencil sulla cassapanca nei punti desiderati e procedere al decoro.
  • Possiamo tamponare del colore acrilico con una spugnetta, oppure usare lo specifico pennello tondo per stencil o un piccolo rullo di spugna o ancora, come ho fatto io, stendere con la spatola una mano di malta colorata a rilievo in vari punti per ottenere l’effetto personalizzato voluto.
  • stendere l’ultimo strato protettivo. Una volta asciugato il decoro, procediamo a stendere col pennello un secondo, sottile strato di finitura incolore protettiva all’acqua per preservare il nostro lavoro nel tempo.

 

Ricordiamoci di lasciare asciugare molto bene i prodotti tra un passaggio e l’altro.

Se usiamo un mobile di recupero da sverniciare i tempi di esecuzione si allungheranno un po’ ma l’effetto finale sarà di sicuro di gran stile e ci regalerà un pezzo di arredo personalizzato e unico per la nostra casa.

Riciclare e dipingere una cassapanca di legno è un progetto semplice e artistico di sicura soddisfazione che, una volta eseguito, ci darà stimoli nuovi per ideare e creare altri pezzi d’arredo per la nostra casa o per regali molto particolari!

 

(ti è piaciuto questo articolo? Ti sarò grata se vorrai condividerlo e iscriverti al blog!)

 

 

 

 

 

 

Rispondi