PROGETTARE E ORGANIZZARE L’ARMADIO

armadioProgettare e organizzare gli spazi nell’armadio è sempre un problema sia quando dobbiamo scegliere a nuovo il tipo di struttura da inserire nell’arredamento della camera da letto, sia quando dobbiamo fare il cambio stagionale dei vestiti.

La collocazione dell’armadio all’interno della camera da letto è fondamentale e varia anche in base allo stile che si vuole seguire per l’arredo. Si può infatti sistemare a tutta parete se moderno e studiato su misura integrandolo col resto dei mobili, oppure a vista con scaffalature e ripiani semovibili se vogliamo dare un effetto più “industrial” o informale magari usandolo come divisorio in un loft, oppure a muro se più tradizionale come un pezzo di gusto retrò o vintage.

A seconda dello spazio che abbiamo a disposizione sceglieremo anche un armadio ad ante battenti (che una volta aperte ci permettono di vederne tutto il contenuto) oppure ad ante scorrevoli (che ci permettono di risparmiare spazio nell’apertura).

armadioSe siamo fortunati potremo permetterci di adibire un’intera sezione di camera a cabina armadio, attrezzandola con strutture e scaffalature a vista e chiudendola con una porta vera e propria (scorrevole, ad anta battente o a soffietto a seconda dello spazio).

Una sola cosa non dovrà mai mancare: che sia applicato ad un’anta esterna o all’interno dell’armadio o posizionato in un angolo della cabina armadio, uno specchio a figura intera non dovrà mancare per permetterci di scegliere e abbinare i vestiti!!! (in alternativa potremo appenderlo a muro o posizionarlo a terra in un’altro angolo della camera …).

I dilemmi però nascono sopprattutto per quanto riguarda la progettazione degli spazi interni dell’armadio, da dividere a seconda delle esigenze personali e di cosa ci andremo a sistemare dentro.

E’ sempre bene analizzare a fondo lo spazio di cui abbiamo bisogno tenendo presente quali sono le cose e gli indumenti che abbiamo in maggior quantità, che usiamo più di frequente e che quindi devono essere a portata di mano quotidianamente.

Di riflesso le cose e gli abiti che usiamo di meno, le valigie, le coperte e tutto ciò che è più ingombrante potranno essere stipate in ripiani più alti e meno accessibili.

armadio

Detto ciò, vediamo in specifico un esempio di progetto studiato per realizzare un armadio funzionale e personalizzato.

armadio

  • in alto sono necessari ripiani per sistemare oggetti ingombranti di raro utilizzo come valigie o coperte.
  • indispensabile è l’anta lunga con asta per appendere al meglio i cappotti e gli abiti lunghi, così che non si stropiccino e siano sempre pronti per essere indossati.
  • ad altezza uomo è meglio sistemare maglie, camicie, pantaloni e gonne che usiamo con più frequenza, così che siano sempre a portata di mano.
  • in alto sull’asta possiamo ritirare i giacconi e le giacche.
  • in basso invece l’abbigliamento più casual che usiamo di solito, insieme a magliette varie.
  • lasciamo i ripiani più bassi liberi per riporre scatole chiuse contenenti sciarpe, cinture, cravatte e altri accessori di piccola misura.
  • in qualche cassetto ritiriamo l’intimo e i pigiami.

Nell’organizzazione dell’armadio teniamo sempre a mente alcuni dettagli utili:

  • ad ogni cambio di stagione eliminiamo i capi che non abbiamo indossato e che sono rinchiusi sui ripiani magari da più anni.
  • dividiamo se possibile i capi per utilizzo, sistemando  quelli da lavoro in luogo facilmente accessibile per evitare perdite di tempo al mattino! Quelli più eleganti e meno utilizzati possono invece prender posto su ripiani più alti.
  • non lasciamo mai le scarpe nell’armadio, ma ritiriamole in apposite scarpiere o scaffali. Se proprio non abbiamo spazio e siamo costretti ad inserirle in qualche ripiano dell’armadio, cerchiamo di arieggiarle e pulirle benissimo (suola compresa) e chiudiamole in scatole e sacchi appositi!
  • cerchiamo di non riempire gli spazi con valigie o copriletti e coperte pesanti, che potremo invece ritirare nel contenitore sotto al letto o, se siamo fortunati, in un altro armadio in cantina o lavanderia. Se siamo costretti a ritirarle nell’armadio però, valutiamo l’ipotesi di usare sacchi a chiusura ermetica sottovuoto che limitano gli ingombri.
  • non riempiamo i cassetti di gioielli e monili vari, ma disponiamoli su un mobile della camera in appositi cofanetti portagioie o scatole che fanno anche arredamento.
  • no assoluto ad ombrelli, asciugamani e accappatoi: i primi perchè, usati all’esterno, sono antigienici, gli altri perchè occupano spazio e dunque comportiamoci come per le coperte, cercando di arredare il bagno con un mobile che possa contenerli.

Premesso tutto ciò, possiamo iniziare a progettare o riorganizzare il nostro armadio, ricordandoci anche di arieggiarlo e pulirlo ad ogni cambio di stagione!

 

(ti è piaciuto l’articolo? Ti sarò grata se vorrai condividerlo e iscriverti al blog!)

 

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.